ZonaFranca

Paternò, richiesta dimissioni Presidente del Consiglio. Botta e risposta tra maggioranza e opposizione

Autore:

Condividi

Botta e risposta, ancora una volta, tra maggioranza e opposizione, stavolta sulla questione “sicurezza” e sulla richiesta da parte dell’opposizione delle dimissioni del Presidente del Consiglio, Filippo Sambataro.
Undici consiglieri comunali di opposizione ( Flammia, Ardizzone, Marzola, Paternò, Distefano, Gresta, Orfanò, Condorelli, Lo Presti, Sciacca, Virgillito) hanno protocollato, nei giorni scorsi, una richiesta di convocazione di consiglio comunale straordinario e urgente. La seduta è stata richiesta dopo aver preso atto che la “Mozione di indirizzo per la sicurezza del centro storico e interventi sulla viabilità” non è stata posta all’ordine del giorno dei lavori del consiglio. “Buona parte dell’assise comunale, sollecitata anche e sopratutto da diversi cittadini, ha chiesto un confronto immediato su temi che riguardano il grado di sicurezza e lo stato della viabilità non solo a Piazza Umberto ma in tutto il Centro storico.
Ne va della vivibilità di tutti: della comunità paternese e delle attività commerciali che con coraggio hanno deciso di continuare ad investire nella nostra città. Da consiglieri comunali- si legge ancora nella nota- sentiamo l’obbligo di dare un indirizzo politico chiaro e concreto per mettere ordine ad una situazione che si è fatta sempre più pericolosa.
Con buona pace di una presidenza del consiglio che, una volta ancora, si è dimostrata faziosa e per nulla attenta alle richieste di una parte del consiglio comunale”. Immediata la replica delle forze politiche di maggioranza (Tonino Cunsolo, Rosanna Lauria, Barbara Conigliello, Salvatore Tomasello, Salvatore Malerba, Giuseppe Gentile, Giovanni Giangreco, Luca Zingale e Roberto Faranda) che in una nota stampa scrivono:”Rileviamo una faziosità fuori da ogni realtà tecnica e politica. I sottoscritti consiglieri comunali riconoscono la correttezza umana, tecnica, politica ed istituzionale del presidente Sambataro, e respingono in modo netto gli attacchi sterili messi in atto. Le affermazioni lette, così come formulate, hanno come unico scopo quello di attaccare frontalmente e personalmente la figura del presidente dell’Assise Civica. La mozione presentata da un esiguo numero di consiglieri di opposizione sul tema della sicurezza in Centro Storico non è stata per nulla dimenticata né dal presidente del Consiglio Comunale né dall’Amministrazione; è opportuno precisare che la stessa mozione sarebbe stata discussa nel primo Consiglio Comunale utile. Si dà notizia, inoltre (a seguito dei gravi fatti avvenuti a Paternò), della convocazione di un tavolo tecnico sulla Sicurezza da parte dello stesso presidente Sambataro in data lunedì 12 ottobre, sentita fortemente la necessità di incontrare il sindaco Nino Naso, i capogruppo in Assise, il Segretario Generale, il comandante della Compagnia dei Carabinieri, il Comandante della Tenenza della Guardia di Finanza, il vicequestore della Polizia di Stato, il presidente della Camera Penale, i Dirigenti Scolastici delle scuole secondarie di II grado e la Polizia Municipale. I sottoscritti consiglieri comunali esprimono tutta la loro incondizionata fiducia al presidente del Consiglio ed invitano tutte le forze politiche presenti in Assise e nella città a lavorare costruttivamente e con spirito di unità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *