ZonaFranca

Prestazioni specialistiche, sarà possibile prenotare in farmacia

Autore:

Condividi

Come anticipato nei giorni scorsi si aggiunge una nuova modalità di prenotazione delle prestazioni specialistiche, grazie a un accordo siglato  tra ASP  e la Federfarma Catania. 
Il servizio, che sarà attivo nei prossimi giorni, si colloca nella cornice delle previsioni assessoriali che individuano la possibilità di effettuare, presso le farmacie, le prenotazioni di prestazioni diagnostiche, visite specialistiche, pagamento ticket, quali servizi a forte valenza socio-sanitaria.

Le farmacie che aderiranno  garantiranno, a fronte del pagamento di una tariffa da parte del cittadino, la prenotazione delle prestazioni nell’orario di normale apertura al pubblico – tutti i giorni della settimana, compresi i festivi, compatibilmente con le esigenze del servizio farmaceutico considerate prioritarie -, così come previsto dall’Accordo per la distribuzione per conto dei farmaci di cui al Prontuario Ospedale-Territorio, sottoscritto il 14 settembre 2017, tra l’Assessorato regionale della Salute e Federfarma.
Per prenotare le visite e gli esami i cittadini dovranno disporre di: 
-ricetta dematerializzata, compilata dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta;
-tessera sanitaria (in alternativa il codice fiscale);
-eventuale attestato di esenzione ticket.
I costi del servizio, a carico del cittadino sono: 

Prenotazione prestazione e pagamento ticket  euro 4,50(IVA inclusa), quale compenso per ogni ricetta inserita in piattaforma;

-Prenotazione per soggetti con esenzione totale euro 3,00 (Iva inclusa)

– Per il solo pagamento del ticket, euro 1,50 (iva inclusa)

-Servizio ritiro e consegna referti euro 6,50 (iva inclusa)

-Per variazioni e cancellazione prenotazione euro 2,00 (iva inclusa).

“La capillarità della rete delle farmacie è fondamentale per il servizio alla popolazione- ha dichiarato il dott. Sante Chinnici, che ha aderito al protocollo- e questo è uno dei casi che può essere utile a diminuire i pellegrinaggi dell’utenza”. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *