ZonaFranca

Chiusura uffici comunali dal 18 al 31 gennaio. Aperti uffici con attività indifferibili

Autore:

Condividi

Comunicato Stampa

Con Ordinanza n. 6 del 17 gennaio 2021, il sindaco di Paternò Nino Naso ha disposto “Ulteriori misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 su tutto il territorio nazionale – Chiusura al pubblico degli Uffici Comunali ed individuazione delle attività indifferibili da rendere in presenza”.
Si legge nell’Ordinanza che: “a far data dal 18 gennaio 2021 e fino al 31 gennaio 2021 compreso, si dispone la chiusura al pubblico degli Uffici comunali”. E che “Al fine di garantire la continuità dell’attività amministrativa ed assicurare i servizi pubblici da considerarsi essenziali”, si dispone “che le ATTIVITÀ INDIFFERIBILI DA RENDERE IN PRESENZA siano le seguenti:

  • Protocollo, esclusivamente per posta certificata. Per casi eccezionali, il mercoledì dalle ore 9.00 alle ore 12.00;
  • Stato Civile (nascita e morte);
  • Carte Identità (solo per espatrio e smarrimento);
  • Ufficio Notifiche;
  • Ecologia;
  • Ambiente;
  • Servizi Cimiteriali;
  • Protezione Civile;
  • Attività Produttive;
  • Tributi;
  • Pagamenti;
  • Riscossioni;
  • Affissioni;
  • Personale: stipendi e pensioni;
  • Polizia Municipale;
  • Servizi Sociali;
  • Manutenzioni;
  • Impianti;
  • Supporto agli Organi Istituzionali.

Si dispone, inoltre, quanto segue:
Che tutte le attività di PROTEZIONE CIVILE di competenza comunale siano da intendersi
quali attività strettamente funzionali alla gestione dell’emergenza e che, in ogni caso, dovrà
essere garantita la presenza dei dipendenti necessari a garantire l’assolvimento delle stesse, se pur non in necessaria compresenza, secondo turni di lavoro che sono stabiliti dal competente Responsabile.

Esclusivamente per gli Uffici ove deve essere garantita la presenza fisica, di mantenere, nei
contatti sociali, una distanza interpersonale di almeno un metro, rispettando tutte le vigenti
misure igienico-sanitarie dettate dal Governo nazionale.
Il ricevimento del pubblico può essere autorizzato dai Responsabili di Settore, esclusivamente
per comprovate necessità e/o problematiche improcrastinabili, previa necessaria richiesta di
appuntamento tramite telefono o per mezzo di e-mail. Tutti i contatti telefonici e le e-mail
istituzionali sono pubblicati sul sito web istituzionale dell’ente.
Ai Titolari di Posizione Organizzativa, di porre in essere tutti gli atti consequenziali, in
osservanza puntuale e rigorosa delle vigenti disposizioni in materia di prevenzione della
diffusione del contagio da COVID – 19, garantendo il lavoro agile dei dipendenti loro assegnati
ed utilizzando gli strumenti delle ferie pregresse, del congedo, della banca ore, della rotazione e
di altri analoghi istituti, nel rispetto della contrattazione collettiva, ecc.

A ciascun Responsabile di Settore, la corretta esecuzione del presente provvedimento, per
quanto di rispettiva competenza, organizzando le attività del personale impiegato nei servizi
indifferibili da rendere in presenza nel rispetto delle prescrizioni igienico- sanitarie di cui ai
provvedimenti sopra richiamati, adottando forme di rotazione dei dipendenti per garantire un
contingente minimo di personale da porre a presidio degli uffici.

Al Segretario Generale di assicurare prioritariamente la presenza del personale con funzioni
dirigenziali, per le attività che richiedono coordinamento presso la sede di lavoro, in
conformità alle indicazioni di cui alle numerose recenti direttive del Ministro della PA, ferme le
attività che possono essere svolte in modalità agile.

Ai Responsabili di Settore di assicurare l’adeguata informazione dell’utenza, relativamente
all’espletamento dei servizi di rispettiva competenza.
Alla presente comunicazione è allegata l’Ordinanza in oggetto. 

LEGGI L’ORDINANZA :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *