ZonaFranca

Fotografia – la scrittura della luce di Angelo Privitera

Etna

Autore:

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook

La fotografia è etimologicamente la scrittura della luce. La fotografia ci regala l’illusione di trattenere il tempo, di conservare un istante. Di fotografia e di passioni abbiamo parlato con Angelo Privitera, paternese, 37 anni. Angelo (lavora presso Lombardia Contact) ci racconta che la fotografia è da sempre la sua passione (oltre alla musica e al canto) e che nel tempo è diventata sempre più forte. Di recente ha trattenuto, con la sua Reflex, le eruzioni dell’Etna che hanno dato spettacolo. “Amo soprattutto la foto naturalistica. L’Etna è qualcosa di sorprendente, mi stupisce perché cambia sempre”. Ha ragione. Noi viviamo in un luogo in cui la presenza del vulcano ci regala bellezza e ci ricorda quanto siamo minuscoli. Ci spiega che molte foto delle eruzioni sono state scattate dal terrazzo, “le restrizioni da Covid non mi consentivano di spostarmi, ma l’eruzione dello scorso 24 febbraio, avvenuta nel pomeriggio, sono riuscito a fotografarla da vicino ed è stata una grande emozione”.

Angelo spera che un giorno la fotografia possa diventare un mestiere, “mi piacerebbe viaggiare e fotografare luoghi”. Noi glielo auguriamo perché i suoi scatti sono molto belli, potremmo dire che gli somigliano.

Ultimi Articoli