ZonaFranca

Paternò calcio- Mister Catalano :"I ragazzi non mollano mai"

Autore:

Condividi

La stagione calcistica tra le più difficili di sempre che certamente passerà alla storia. Stiamo proprio parlando del campionato di Serie D, stagione 2020-2021 che rivede tra i suoi protagonisti il Paternò Calcio del presidente Ivan Mazzamuto. Lo scorso anno la compagine rossazzurra, fin quando si è giocato, ha saputo conquistare la promozione in “quarta serie”, a suon di vittorie e di bel gioco grazie al quale la squadra allenata da Gaetano Catalano si è fatta ammirare ed apprezzare ovunque.
Poi la ripartenza in questo nuovo torneo, carica di entusiasmo e voglia di fare in un girone I di assoluto spessore. Nonostante il Covid-19, le sue restrizioni e le sue problematiche (pubblico, sponsor, agevolazioni) ha ritrovato in panchina il tecnico Catalano che ha accettato ed affrontato la sfida con la sua solita determinazione.  
Catalano, ben trovato su Zona Franca, che idea si è fatto fin qui di questo campionato nel bel mezzo della pandemia?
“Se non ci fosse la pandemia, sarebbe un campionato affascinante. Molto equilibrato nella zona centrale. Nei piani alti credo che le due messinesi, Fc Messina ed Acr Messina se lo giocheranno fino alla fine. Certo, il Covid, rende meno veritiero questo campionato, con molte pause e molti recuperi”. 
Quanto è difficile vivere il calcio senza i tifosi?
“Il calcio senza tifosi, per dirla tutta, non è calcio. Ci sono emozioni che solo loro dagli spalti riescono a trasmettere, senza dimenticare il danno che le società subiscono”. 
Un club, quello rossazzurro, che crede fortemente nei giovani, linfa vitale di questa squadra.
“Si abbiamo tanti giovani in organico. La società, io, lo staff, crediamo in questo progetto. Lotteremo fino alla fine per il nostro obiettivo”.  
Secondo lei qual è il miglior pregio di questa squadra?
 “Il gruppo. I ragazzi non mollano mai. Si aiutano sempre sia dentro che fuori dal campo e questo ha fatto si che si creasse la giusta alchimia utile per affrontare tutte le difficoltà fino adesso incontrate”. 
Adesso la pausa che servirà per recuperare forze e trovare la concentrazione. Cosa si aspetta da qui alla fine del campionato?
“La pausa per noi è salutare visto che veniamo da un filotto di partite infrasettimanale e domenica prossima (In casa della Pol. Santa Maria di Cilento, ndr) mi aspetto che possiamo dare continuità ai risultati con grande concentrazione e attenzione anche perchè le partite adesso diminuiscono e dobbiamo sbagliare il meno possibile”.
Qual è il suo sogno nel cassetto?
“Raggiungere al più presto la salvezza”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *