ZonaFranca

Musica in lutto, morto Franco Battiato

FOTO DI VINCENZO VISCUSO

Autore:

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook

Il cantautore aveva 76 anni. Lascia brani indimenticabili come “La cura”, “Centro di gravità permanente”, “Voglio vederti danzare”.  

Franco Battiato si è spento questa mattina, martedì 18 maggio, nella sua residenza di Milo. La notizia della sua morte è stata comunicata dalla famiglia che ha fatto sapere che le esequie si terranno in forma strettamente privata.
Franco Battiato era nato il 23 marzo 1945 a Riposto. Aveva compiuto il suo 76esimo compleanno lo scorso marzo e per l’occasione era stato ripubblicato “La voce del padrone”, album capolavoro del 1981.
Risulta impossibile inserirlo all’interno di un solo genere. Nel corso della sua lunga carriera, iniziata nel 1965, Battiato ha infatti spaziato attraverso tanti generi musicali, dalla musica classica all’elettronica, dal rock alla musica leggera, dalla musica etnica all’opera lirica.
Tra le sue canzoni più famose vi sono: “L’era del cinghiale bianco”, “Prospettiva Nevskij”, “Centro di gravità permanente”, “Bandiera bianca”, “Cuccurucucù”, “Voglio vederti danzare”, “La stagione dell’amore”, “E ti vengo a cercare”, “Povera patria”, “La cura”.
Tantissime le testimonianze di affetto sui social, tra cui quella del ministro della cultura, Dario Franceschini che così scrive: “Ci ha lasciato un Maestro. Uno dei più grandi della canzone d’autore italiana. Unico, inimitabile sempre alla ricerca di espressioni artistiche nuove. Lascia una eredità perenne”.

Lo ricordiamo in un video in cui recita delle massime tratte dal “Nel Ventre” di Sergio Claudio Perroni
https://youtu.be/mH7vPo6u31U

Ultimi Articoli