ZonaFranca

Successo al Teatro Martoglio per lo spettacolo di beneficenza a favore del popolo ucraino. In scena la compagnia Teatro Città di “Paternò” e “Il Saraceno”.

1

Autore:

Condividi

Sabato 14 maggio, in occasione dell’inaugurazione del Teatro Nino Martoglio di Belpasso, si è svolta una serata di Beneficenza in favore del Popolo Ucraino, con la rappresentazione della Commedia brillante “Pirandello e la sua Giara” curata dalla “Compagnia Teatro Città di Paternò” in collaborazione con la compagnia Il Saraceno e la regia di Sara Cunsolo. È stato possibile realizzare l’Iniziativa benefica, coordinata dal LIONS di Paternò, grazie al Comune di Belpasso, che ha gentilmente concesso il Teatro, e al sostegno delle seguenti associazioni: AMMI, ANC, ANFI, AVULS, CIRCOLO DI COMPAGNIA, CIRCOLO DEI PROFESSIONISTI, CIRCOLO DEI PROGRESSISTI, CIRCOLO OPERAI, FIDAPA, LEO, KIWANIS, ROTARY, ROTARACT, SICILIA ANTICA, ZONA FRANCA. L’inizio della commedia è stato preceduto da due momenti cerimoniali: l’intervento del Presidente della Regione on. Nello Musumeci, che ha tagliato il nastro d’apertura dello storico edificio (seguito dal breve saluto rivolto al pubblico presente da parte del Sindaco di Belpasso, Daniele Motta, e dal sindaco di Paternò, Nino Naso) e  la consegna del Premio Gian Battista Nicolosi, all’imprenditore belpassese Giuseppe Condorelli per la sua riconosciuta professionalità a livello nazionale, da parte dell’avv. Carmelo Fallica, Presidente del Lions Club – Distretto di Paternò.

Originali le innovazioni della regia che ha rievocato, con la tecnica del metateatro, un Pirandello che parla di sé stesso in un drammatico monologo autobiografico, alternando, poi, nel corso dello spettacolo al tradizionale fluire del racconto, momenti di autoironia scanditi da piacevoli motivi musicali. La serata ha avuto un commovente evento conclusivo con la consegna di una targa dì riconoscimento, per l’impegno profuso nella realizzazione dell’evento ad Alfredo Corsaro, Presidente Teatro Città di Paternò, e del ben meritato omaggio floreale alla regista e a tutte le altre attrici della Compagnia.