ZonaFranca

Metropolitana Misterbianco-Paternò a rischio. I sindaci del comprensorio a Paternò per chiedere intervento del Governo nazionale

IMG_3118

Autore:

Condividi

Il sindaco di Paternò- dott. Antonino Naso- insieme al deputato alla Camera, on. Francesco Ciancitto e all’ing. Salvo Fiore della FCE,  ha incontrato  stamane nella sala della Biblioteca “G.B. Nicolosi” di Paternò,   i sindaci del comprensorio  per affrontare operativamente la questione del progetto di completamento della Metropolitana della Ferrovia Circumetnea, relativa alla tratta Misterbianco-Paternò.  Dopo l’allarme lanciato dallo stesso on. Ciancitto sulla mancanza di fondi necessari per il completamento della tratta, a causa del considerevole aumento dei costi dei materiali e dei supporti tecnologici, di concerto con l’ing. Salvo Fiore,  è stato stilato un documento per richiedere al Ministero delle Infrastrutture  e dei Trasporti, l’ulteriore somma di circa 297 milioni di euro.   
I sindaci delle aree interessate (Paternò, Misterbianco, Belpasso , Motta S. Anastasia, Camporotondo Etneo, Ragalna, Adrano)  hanno firmato il documento ufficiale , indirizzato al Presidente del Senato – Ignazio La Russa- al Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti e Vicepresidente del Consiglio – Matteo Salvini, al Ministro per gli Affari Europei on. Raffaele Fitto;  lo stesso sarà  firmato anche  dalla deputazione locale al fine di ottenere il reperimento della somma restante (297 mln),  necessaria per   avviare  la procedura di gara dell’intera tratta di metropolitana Misterbianco/Paternò. 
Il sindaco Nino Naso ha dichiarato “ Da anni ci occupiamo della metropolitana, perché siamo consapevoli che cambierà il volto della mobilità, e non solo di quella dei cittadini paternesi. Le continue interlocuzioni con l’ing. Salvo Fiore che da anni ha profuso tutte le sue energie per la realizzazione della tratta Misterbianco- Paternò  rischiano di essere vanificate se non si trovano le somme necessarie al suo completamento. Siamo fiduciosi nell’intervento puntuale ed efficace degli organi sovrastanti e della deputazione regionale e nazionale; da parte nostra, con grande senso di responsabilità,  resteremo uniti per risolvere tutte le criticità”.

Ultimi Articoli